Sinossi
dell'opera

Gloria, una giovane donna incinta del ghetto romano attua, insieme alla sua compagna, un piano di fuga dalla polizia penitenziaria che la sorveglia costantemente poiché, dopo aver partorito, deve scontare una pena e tornare in carcere. Nel frattempo però, in ospedale, conosce una donna molto diversa da lei.

Biografia
Regista

Natalino Zangaro nasce il 28/12/1990 a Cariati, un paesino calabrese situato in provincia di Cosenza, e cresce a Corigliano Calabro, cittadina non distante dal suo paese natio. Matura la passione per il cinema nel 97, anno di uscita del film colossal di James Cameron, Titanic, di cui ne rimase sbalordito. Grazie a questo, insieme alla collaborazione del fratellino, si spinse a rubare di nascosto la videocamera del padre per realizzare piccole e tenere scene, cercando di imitare alcuni miti del grande schermo come Al Pacino e De Niro. Non avendo la possibilità di studiare in un liceo artistico per questioni geografiche, si iscrisse e si diplomò all'Istituto Tecnico per Geometri "Falcone-Borsellino" nel quale ha la possibilità di praticare la recitazione e il teatro in attività extrascolastiche. Iniziò il percorso universitario nel 2011 presso l'Unical, alla facoltà di Statistica, ma decise di abbandonare gli studi anzitempo per dedicarsi interamente alla passione per il cinema. Si iscrisse nel 2015 alla Rome University of Fine Arts, conseguendo la laurea in Cinematografia nel 2018. Nel corso dei tre anni realizzò due cortometraggi: L'anniversario e Piano terra. Grazie a quest'ultimo ha avuto la possibilità di collaborare con Sandra Ceccarelli, vincitrice della Coppa Volpi a Venezia, e Daphne Scoccia, da giovane promessa divenuta ormai realtà del cinema nostrano.

Trailer