Chi Siamo

La Città Incantata Film Festival è un festival cinematografico promosso dal Comune di Nocera Inferiore (SA) ed organizzato dall’Associazione La Città Incantata ETS. Si tratta di un progetto unico per estensione e portata: ogni anno per sei mesi, da gennaio a giugno, si svolgono nell’ordine gli School Cinema Days (35 mattinate per 10.000 studenti con 3 cicli di proiezione), lo School Cinema Lab (10 cortometraggi prodotti con laboratori di cinema all’interno degli istituti scolastici), la Settimana del Cinema (un cartellone serale di eventi aperti al pubblico con proiezioni, masterclass, rassegne, ospiti, concorsi).

Mission

La mission del festival si fonda su un’idea educativa e culturale ben precisa: tutti hanno diritto di cittadinanza nella città dello sguardo, ossia al cinema. Per diventare spettatori più consapevoli, sin dall’età scolare si può essere accompagnati in un percorso di educazione al linguaggio cinematografico, che allo stesso tempo è educazione alla buona cittadinanza, attraverso temi come la legalità, i diritti umani.

Ecco perché sin dalle origini il festival si rivolge principalmente alle scuole, portando al cinema migliaia di studenti per vedere e discutere di film pluripremiati e spesso mal distribuiti. Sviluppare autonomia critica su forme del cinema e temi sociali: questo l’obiettivo di fondo.

Né cineforum, né cineclub: il cinema non è né un banale mezzo di discussione, per veicolare contenuti, né un linguaggio chiuso in sé stesso, riservato a pochi appassionati. È per questo, nell’intento di aggregare la community del cinema in una vera e propria “città dello sguardo” a cui tutti possano partecipare, che il festival prevede l’ampia offerta di eventi serali aperti a tutti: la Settimana del Cinema.

Storia

Dopo l’edizione “zero” dal titolo Le scuole al cinema, nasce il format della Città Incantata Film Festival. Crescono gli School Cinema Days, arrivano i primi grandi eventi serali: nella prima edizione Dario Sansone dei Foja e Luigi Scialdone suonano al cinema il soundtrack del film L’arte della felicità; nella seconda Guido Lombardi e Gaetano Di Vaio presentano il film Take Five, mentre la chitarra jazz di Pietro Condorelli si sposa in sala col film Whiplash; nella terza il fotografo Roberto Arcangeli e la giornalista del TG2 Christiana Ruggeri animano gli incontri di Genocidi invisibili.

È nella IV edizione che nasce la Settimana del Cinema: dopo 40 mattinate con 11.000 tra studenti e docenti, il festival si apre alla città col cartellone serale. Nascono la Maratona Notturna, il master-talk Cine in Città, il Premio Città Incantata, assegnato prima a Sydney Sibilia, poi ad Alessandro Rak. Nella V edizione arrivano lo School Cinema Lab e gli School Cinema Awards: gli studenti diventano attori di corti che sono proiettati e premiati in una magica cerimonia al cinema. Anche il festival viene premiato: con due eventi pubblici a New York nel Mese della Cultura Italiana.